Cevo – Ricordato l’incendio di Cevo (Brescia) ed è stata consegnata la medaglia d’onore a un ex internato. Si è svolta la celebrazione del 77esimo anniversario dell’incendio del 3 luglio 1944 quando all’alba il paese camuno venne saccheggiato dai fascisti e vennero assassinati Cesare Monella, Francesco Biondi, Giacomo Monella, Giovanni Scolari, Domenico Rodella, Giacomina Biondi, fra i partigiani cadde eroicamente anche Domenico Polonioli. Rimasti padroni del campo, i fascisti saccheggiarono case e stalle, lasciando nella disperazione centinaia di famiglie. Il paese per tre giorni e tre notti continuò a bruciare e al termine era distrutto.

La cerimonia ha visto la posa di una corona sul monumento della Resistenza e con il saluto del sindaco di Cevo,  Silvio Citroni, di Liliana Fassa della Cgil (nella foto) e la partecipazione dell’Unione dei Comuni della Valsaviore, del Museo della Resistenza, dell’Anpi di Valsaviore, dei sindacati e della Protezione Civile. Quest’anno la cerimonia è stata anche l’occasione per consegnare la medaglia d’onore ai familiari di Vitalino Vaira, classe 1923, ex internato, che faceva parte del V reggimento alpini del Battaglione Edolo, fu catturato dai tedeschi dopo l’8 settembre 1943 a Vipiteno e fu prima internato nello Stalag 1-B di Honenstein e poi trasferito vicino Lipsia, costretto a lavorare in una fabbrica di armamenti. Riuscì a tornare a casa nell’agosto del 1945 e nel 1966 ricevette la croce al merito di guerra.

The post Cevo, ricordato l’incendio del 3 luglio 1944 e omaggio a ex internato first appeared on Gazzetta delle Valli News dalle Valli Lombarde e Trentine.

dal giornale online: Gazzetta delle Valli News EDOLO
Leggi articolo originale

Rispondi